ULTIME NEWS
Home / A muzzu / Le 6 persone ca ti fanu acchiappari i nevvi ndi Facebook


Le 6 persone ca ti fanu acchiappari i nevvi ndi Facebook

Dai dati diffusi da Mark Zuckerberg padrone di Facebook, Instagram e Twitter si evince come circa 1 miliardo e passa di gente nel mondo usa Facebook ogni giorno.

Ognuno di noi ha svariate amicizie che vanno da vecchie conoscenze a nuove conquiste, ma quali sono le persone che converrebbe eliminare all’istante e ca ogni vota ca viri quacchi cosa t’acchiappunu i nevvi?

 

Ve ne cito qualcuna

 

1.IL DEPRESSO: Il depresso sta tutto il giorno su Facebook accollando le sue sconfitte a gente di cui non cita nemmeno il nome. Lascia spazio all’immaginazione affinché ognuno di noi possa sentirsi tirato in ballo dai suoi insulti e citazioni arroganti nei confronti della vita. E’ praticamente unu di chiddi ca quannu viri quacchi cosa ndi Facebook ti scura tammenti u’cori ca ti vinissi vogghia d’ammazzariti.

 

2.I CRISTIANI RANNI: I cristiani ranni oramai ianu feisbuc. Nessuno ha mai spiegato loro come si usi e a che serve questo social network e nel frattempo loro tempestano le vostre HOME con link mattutini dove vi offrono caffè virtuali, “buongiorniss11111m000000000” e cani dalla dubbia sessualità come a voler mostrare tenerezza. Quando gli dai un po’ di confidenza colgono subito la palla al balzo per salutare i vostri genitori o parenti con commenti di questo genere “ Ciao. Salutami. Mamma. Papà. Zia. Che belli che siete.Un bac11111one.”

Ca già ne saluti ppi strata pensa pensa ndi feisbuc.

Loro non hanno un motivo per stare su Facebook, ma tu hai un motivo per cancellarli.

 

3.CHIDDU CA CONDIVIDI ZZOCCUEGGHIE’: 

Vi sarà capitato di aggiungere ( o meglio dire “essere aggiunti”) da un parente e o un amico che fino a poco prima non sapeva esistesse Facebook. Non sapendo come muoversi inizia a tempestare la sua bacheca di condivisioni. Inizia a condividere foto tue ( non capendo che per apprezzare qualcosa basta mettere un semplice mi piace), foto di sua mamma, di qualsiasi persona egli aggiunga nell’arco di 24 ore facendo perdere di vista le sue reali intenzioni amichevoli. La frase tipica che mi viene in mente ogni qual volta vedo mio zio che condivide le mie foto è “ ma cchi spacchiu sta cumminannu”.

E’ anche colui che crede a notizie false e si indigna condividendo articoli del tipo “ IMMIGRATO AMMAZZA TRE QUARTI DELLA SUA CITTA’, LI SMEMBRA, SI MANCIA MACARI I PERI E PASSEGGIA PER STRADA, VEGGOGNAAAAA”.

La vergogna è tanta, dunque conviene non farsi notare, cancellare la sua amicizia e perché no abbiari u’ computer do baccuni.

4.L’ORGANIZZATORE DI EVENTI

L’organizzatore di eventi è colui che organizza pari ccu iddu EVENTI. Eventi di qualsiasi genere, condivide nell’arco di 24 ore post della sua serata dove praticamente fossi fossi pava macari iddu, fino a farti venire voglia,no di non andare a quell’evento, ma di non passarici mancu cchiù da strata.

Non si limita semplicemente a condividere i suoi eventi ma ostenta anche sul nome, tipo: SARO BONACCOSSI OGGANIZZATORE EVENTI CATANIA TOP.

Io per il si e per il no li ho eliminati tutti, su vogghiu fari quacchi cosa spiu ppì strata ca capaci quacchi runu mu sapi riri unni pozzu iri a ballari.

5.LA FILOSOFA 2.0

La filosofa 2.0 è l’evoluzione della”scupinis acculturatis”. Capendo che pubblicare foto delle sue minne potrebbe far scambiare Facebook per un sito di incontri a pagamento ben pensa di allegare alle foto delle sue minne giganti frasi di autori ca fossi minni nda loru vita non n ‘ana vistu mai. P

erché mettere una frase ad effetto pari ccu iddi fa distorcere l’attenzione dalla foto delle minne, senza comprendere che tutti guarderanno la foto delle minne.

La filosofa 2.0 riesce ad avere amicizie di ogni genere soprattutto di maschi che non aspettano altro che leggere frasi filosofiche e poter finalmente pensare “ INCHIA TALIA CCHI BELLA POCCA”.

Citare Gandhi non vi rende meno buttanazze.

 

6.IL FILOSOFO 2.0

A differenza della scupinis acculturatis ( alias filosofa ) il filosofo 2.0 si comporta in maniera del tutto diversa dalla prima citata figura virtuale. Lui sa tutto, sa come ci si comporta, sa come risolvere le situazioni. Tramite i suoi link ad effetto riesce (pari ccu iddu) a colpire nella dignità della gente ca mancu su caca, divulgando consigli di vita e di comportamento al fine di rendere la società migliore. Secondo la sua testa unu a matina s’avissa leggiri zzoccu scrivi e nesciri da casa pieno di buone intenzioni

Consiglio vivamente di cancellare tutte le persone che hanno anche l’1% di queste caratteristiche accussì evitati di pigghiarivi di nevvi.

Cordialità

La Liscìa Catanese

CLICCA NELLE ICONE SOTTO PER ESSERE TRASFERITO DIRETTAMENTE NEL FANTASTICO MONDO DELLA LISCìA CATANESE

logofacebooksito    linkinstagramsito   logotwittersito  logoyoutubesito  logogoogleplussito

Scritto da Andrea Carollo, La Liscìa Catanese

La Liscìa Catanese non è umorismo o cabaret, La Liscìa è naturalezza e spontaneità. E’ quel carattere insito nel Catanese che trova maggior espressione nelle situazioni più varie e talvolta tristi. La Liscìa è l’oro dei catanesi, è magia ed è il modo più efficace per sdrammatizzare, per far sorridere chi motivi per sorridere non ne ha, per dire la propria in modo ironico e divertente.

CONSIGLIATO

I commenti più esilaranti

Era Luglio 2015 e decisi di fare un gioco con il popolo della Liscìa Catanese. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *