giovedì , 21 settembre 2017
ULTIME NEWS
Home / A muzzu / Lo sai che sei un BALAD – EL – FILINO?


Lo sai che sei un BALAD – EL – FILINO?

 

Non si conoscono dati certi sulla vera origine dell’elefante, da chi e come sia stato progettato, ma nel corso del tempo si sono susseguite varie versioni della leggenda.

La prima e più importante colloca l’origine dell’elefante nell’antichità quando Catania ( inizialmente chiamata BALAD – EL – FIL, sotto la dominazione araba ) fu abitata per la prima volta.

Tutti gli animali feroci vennero messi in fuga da un elefante e i cittadini, in segno di riconoscimento, decisero di costruire un’enorme statua in onore del pachiderma, chiamandolo “LIOTRU” ( correzione in dialetto del nome Eliodoro, nobile catanese, che venne bruciato vivo in segno di condanna da parte del Vescovo Leone II. Non riuscendo a diventare vescovo,il nobile cadde in miseria e si oppose disturbando le funzioni sacre con strane magie).

 

Altre ipotesi sull’origine dell’imponente statua di piazza Duomo si susseguirono. Lo storico Pietro Carrera spiega come la statua rappresenti la vittoria militare ottenuta dai catanesi sui libici.

Più probabile invece risulta essere la leggenda del geografo Idrisi che spiega come l’elefante sia una statua magica costruita per tener lontano le minacce dell’Etna sulle città, in segno di protezione.

liotru

Una chicca su questa storia riguarda il posizionamento della suddetta statua: IL 30 MAGGIO del 1862 infatti, venne proposto lo spostamento del LIOTRU da piazza Duomo a piazza Palestro, ma Bonaventura Gravina ne bloccò il trasferimento.

U LIOTTRU resta comunque il simbolo ufficiale di Catania dal 1239.

In fondo siamo un pò tutti BALAD-EL-FINI.

 

…e comunque sicunnu mia u’ Liottru o’ Futtinu ci stava ttroppu bonu

 

di Ylenia Gentile, La Liscìa Catanese.

 

segui

 

Scritto da Andrea Carollo, La Liscìa Catanese

La Liscìa Catanese non è umorismo o cabaret, La Liscìa è naturalezza e spontaneità. E’ quel carattere insito nel Catanese che trova maggior espressione nelle situazioni più varie e talvolta tristi. La Liscìa è l’oro dei catanesi, è magia ed è il modo più efficace per sdrammatizzare, per far sorridere chi motivi per sorridere non ne ha, per dire la propria in modo ironico e divertente.

CONSIGLIATO

Il piccolo Saro nel tema di italiano scrive “SPACCHIOSO” e la Crusca risponde

«Spacchioso». Mai sentita questa parola? Probabilmente no, a meno che

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *