giovedì , 21 settembre 2017
ULTIME NEWS
Home / News / Trasportava 15 kg di tuma nel bagaglio: donna catanese arrestata per spaccio internazionale


Trasportava 15 kg di tuma nel bagaglio: donna catanese arrestata per spaccio internazionale

“A MILANO A TUMA NON L’ANU BONA”, così una donna catanese si giustifica davanti le forze dell’ordine dopo aver scoperto ciò che nascondeva

 

Catania, 13 dicembre 2016

 

Insolita situazione oggi all’aeroporto Fontanarossa di Catania con protagonista una donna di 60 anni circa. Al momento dell’imbarco, direzione Milano, la donna è stata fermata dai Carabinieri dopo  che questi avevano visto dei movimenti sospetti.

All’apertura del bagaglio la donna, che fino a quel momento aveva omesso il tutto, i Carabinieri scoprono circa 15 kg di tuma diretti in terra milanese.

La donna si è subito giustificata dicendo ” a tuma ri Catania è a tuma ri Catania, è per uso pessonale”.

La “sostanza” era destinata a Milano dove, pare, la donna avrebbe passato le feste in compagnia dei figli e per un Natale che si rispetti aveva ben pensato di portare la materia prima per la scacciate dentro un bagaglio.

Nulla da fare per la donna che è stata portata in caserma per l’interrogatorio con l’accusa di spaccio internazionale.

 

In aggiornamento

 

Scritto da Andrea Carollo, La Liscìa Catanese

La Liscìa Catanese non è umorismo o cabaret, La Liscìa è naturalezza e spontaneità. E’ quel carattere insito nel Catanese che trova maggior espressione nelle situazioni più varie e talvolta tristi. La Liscìa è l’oro dei catanesi, è magia ed è il modo più efficace per sdrammatizzare, per far sorridere chi motivi per sorridere non ne ha, per dire la propria in modo ironico e divertente.

CONSIGLIATO

Uomo fermato con 10 kg di frutta secca nel bagaglio: arrestato con l’accusa di SCACCIO INTERNAZIONALE

Dopo il fatto accaduto oggi all’aeroporto Fontanarossa di Catania documentato proprio dalla Liscìa Catanese, un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *