mulo

C’era una volta una coppia con un figlio di 12 anni e un asino.
Decisero di viaggiare, di lavorare e di conoscere il mondo.
Così partirono tutti e tre con il loro asino.
Arrivati nel primo paese, la gente commentava:
“taliati a ddu pagghiolu quantu è malarucatu…iddu supra u’ sceccu e di poveri genitori vicchiareddi ca u’tirunu”

Allora la moglie disse a suo marito:
“non permettiamo che la gente parli male di nostro figlio.”
Il marito lo fece scendere e salì sull’asino.

Arrivati al secondo paese, la gente mormorava:
“taliati quant’è sveggognatu ddu cristianu…fa tirari u sceccu a so figghiu e so mugghieri mentri iddu è assittatu bellu sduacatu supra u’sceccu!”

Allora, presero la decisione di far salire la
moglie, mentre padre e figlio tenevano le redini per tirare l’asino.
Arrivati al terzo paese, la gente commentava:
“Poveru cristianu! Dopu ca avi gnonnu ca travagghia fa acchianari a mugghieri supra u’sceccu. Povuru figghiu cchi mmattri ddisonesta ca iavi!”

Allora si misero d’accordo e decisero di sedersi tutti e tre sull’asino per cominciare nuovamente il pellegrinaggio.
Arrivati al paese successivo, ascoltarono cosa diceva la gente del paese:
“Cettu ca su scenziati! tutti e ttri supra ddu povuru sciccareddu, ci rumpunu a carina!”

Alla fine, decisero di scendere tutti e camminare insieme all’asino, ma passando per il paese seguente, non potevano credere
a ciò che le voci dicevano ridendo:
“talia ddi ttri sciamuniti, ianu u sceccu e caminunu a peri”

Conclusione:
Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa andare bene come sei.
Quindi: vivi comu ti pari a piacii; fai zzoccu voi e zzoccu di rici u’cori.
Una vita è un’opera di teatro che non ha prove iniziali.
Canta, ridi, balla, ama, fai opere di bene verso qualsiasi individuo italiano e non, vivi intensamente ogni momento della tua vita, prima che cali il sipario e l’opera finisca senza applausi.

Andrea.

Leave a Comment

Cos’è la Liscìa Catanese?

Chi è Catanese sa benissimo cos’è la Liscìa e sa benissimo che è soltanto una prerogativa del Catanese.La Liscìa non è umorismo o cabaret, La Liscìa è naturalezza e spontaneità. E’ quel carattere insito nel Catanese che trova maggior espressione nelle situazioni più varie e talvolta tristi. La Liscìa è l’oro dei catanesi, è magia ed è il modo più efficace per sdrammatizzare, per far sorridere chi motivi per sorridere non ne ha, per dire la propria in modo ironico e divertente.