Untitled design(44)

Dopo la notizia dell’inserimento all’interno del celebre Oxford English Dictionary della parola ARANCINO, Catania si avvicina sempre di più all’Inghilterra con un’altra importante novità. 

Pare che la Regina Elisabetta (a Zza Betta per i più intimi) abbia manifestato più volte il suo amore per la città etnea e le sue tradizioni, tanto da avviare una vera e propria rivoluzione di stile e abitudine. 

Stiamo parlando del tè pomeridiano che da oggi viene sostituito dal sesselimoneesale.

Come nasce l’usanza di bere il tè?

“Sembra che l’usanza di bere il tè alle cinque del pomeriggio, nacque dall’abitudine che, sin dall’800, gli inglesi avevano di consumare unicamente due pasti al giorno. La colazione e a cena. La settima Duchessa di Bedford, Anna, che a quel tempo era amica della Regina Vittoria, ogni giorno, verso il tardo pomeriggio, aveva un senso di fame che le rendeva davvero difficoltoso aspettare l’ora di cena per mangiare. Per placare il suo senso di fame, la Duchessa chiese di servirle del tè accompagnato da dei dolcetti poco prima delle 17.00. Questa cosa fu così apprezzata che decise di farla ogni giorno. Con il passare dei giorni, iniziò a condividere questa sua abitudine con conoscenti, amiche e parenti fino a farla diventare un’usanza regale.”

Insomma, quella del sesselimoneesale è una vera rivoluzione e gli inglesi ancora una volta confermano di averla grossa.

Leave a Comment

Cos’è la Liscìa Catanese?

Chi è Catanese sa benissimo cos’è la Liscìa e sa benissimo che è soltanto una prerogativa del Catanese.La Liscìa non è umorismo o cabaret, La Liscìa è naturalezza e spontaneità. E’ quel carattere insito nel Catanese che trova maggior espressione nelle situazioni più varie e talvolta tristi. La Liscìa è l’oro dei catanesi, è magia ed è il modo più efficace per sdrammatizzare, per far sorridere chi motivi per sorridere non ne ha, per dire la propria in modo ironico e divertente.